Accesso ai servizi

Sabato, 01 Agosto 2020

REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 20 E 21 SETTEMBRE 2020



REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 20 E 21 SETTEMBRE 2020


Orario di apertura uffici comunali

Ai fini di assicurare il regolare svolgimento delle operazioni di voto e garantire agli elettori il rilascio del duplicato della Tessera Elettorale il Comune rispetterà il seguente orario di apertura:
 
Venerdì 18 settembre 2020 dalle ore 9,00 alle ore 18,00
Sabato 19 settembre 2020 dalle ore 9,00 alle ore 18,00
Domenica 20 settembre 2020 dalle ore 7,00 alle ore 23,00
Lunedì 21 settembre 2020 dalle ore 7,00 alle ore 15,00

Regole da seguire per accedere al seggio

Per accedere ai seggi è obbligatorio l'uso della mascherina da parte di tutti gli elettori e di ogni altro soggetto avente diritto all'accesso al seggio (scrutatori e rappresentanti di lista), in coerenza con la normativa vigente che ne prevede l'uso nei locali pubblici.

Nei seggi che prevedono più sezioni elettorali, al fine di evitare la formazione di assembramenti, deve essere prevista aree di attesa all'esterno.

Al momento dell'accesso nel seggio, l'elettore dovrà:
1. procedere alla igienizzazione delle mani con gel idroalcolico messo a disposizione in prossimità della porta;
2. avvicinarsi ai componenti del seggio per l'identificazione (distanza di due metri) e abbassare la mascherina per il riconoscimento;
3. prima di ricevere la scheda e la matita, provvedere ad igienizzarsi nuovamente le mani;
4. recarsi in cabina, votare, ripiegare la scheda ed inserirla personalmente nell'urna;
5. completate le operazioni di voto, è consigliata una ulteriore detersione delle mani prima di lasciare il seggio.
Per quanto riguarda l'accesso dei votanti, è rimessa alla responsabilità di ciascun elettore il rispetto di alcune regole basilari di prevenzione quali:
- evitare di uscire di casa e recarsi al seggio in caso di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5°C;
- non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
- non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni.
Per Queste ragioni, il Comitato tecnico scientifico non ritiene necessaria la misurazione corporea durante l'accesso ai seggi.


Quando si vota
La votazione si svolgerà domenica 20 settembre dalle ore 7 alle ore 23, e lunedì 21 settembre dalle ore 7 alle ore 15.
Le operazioni di scrutinio avranno inizio dopo la chiusura della votazione e l'accertamento del numero dei votanti.

Qual è il quesito stampato sulla scheda?
Il quesito stampato sulla scheda è:

"Approvate il testo della legge costituzionale concernente «Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari», approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?"


Chi può votare
Possono votare i cittadini iscritti nelle liste elettorali che abbiano compiuto il 18° anno di età entro il giorno fissato per le elezioni.

Come si vota
L’elettore ha diritto di manifestare il proprio voto tracciando con la matita copiativa un segno sul contrassegno corrispondente alla scelta o nel rettangolo che lo contiene.
Per votare, l'elettore deve esibire un documento di riconoscimento e la tessera elettorale personale. E' accettata anche l'identificazione da parte del personale in servizio ai seggi.

Dove si vota: la sezione elettorale
Sulla tessera elettorale è indicato il numero della sezione presso la quale si può votare. Entrambi i  seggi sono ubicati in Piazza Vittorio Emanuele II presso le scuole medie.

Dove e come si rinnova la tessera elettorale per chi ha smarrito, deteriorato o esaurito gli spazi per il voto. 

La tessera elettorale si rinnova presso l'ufficio elettorale del comune di residenza. L’ufficio elettorale resterà comunque aperto dalle ore 9 alle ore 18 nei due giorni antecedenti la data della consultazione e, nei giorni della votazione, per tutta la durata delle operazioni di voto, e quindi dalle ore 7 alle ore 23 di domenica 20 settembre e dalle ore 7 alle ore 15 di lunedì 21 settembre.

Voto a domicilio
Gli elettori affetti da infermità tali che non consentono l’allontanamento dall’abitazione e gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedire l’allontanamento dell’abitazione, possono esprimere il voto a domicilio facendo pervenire al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, nel periodo compreso da martedì 11 agosto e lunedì 31 agosto 2020, una dichiarazione in carta libera, attestante la loro volontà, con l’indicazione dell’indirizzo completo della propria dimora.

Voto assistito
Possono essere accompagnati all'interno della cabina elettorale solo gli elettori diversamente abili che siano fisicamente impediti nell'espressione autonoma del voto, e cioè i non vedenti, gli amputati delle mani e gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità che impedisce loro la possibilità di votare autonomamente.
Sono ammessi all'espressione del voto con l'assistenza di un altro elettore coloro che, presentando apposita certificazione sanitaria, abbiano ottenuto, da parte del comune nelle cui liste elettorali sono iscritti, l'inserimento sulla propria tessera elettorale dell'annotazione del diritto al voto assistito mediante apposizione dell'apposito codice (AVD).
Sono ammessi a votare con un accompagnatore anche gli elettori il cui impedimento fisico nell'espressione autonoma del voto sia evidente.

Voto domicialiare per elettori sottoposti a trattamento domiciliare condizioni di quarantena o isolamento fiduciario per Covid-19

Si rende noto gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare e quelli che si trovino in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per covid-19 sono ammessi ad esprimere il voto presso il proprio domicilio nel comune di residenza. Per il referendum del 20 e 21 settembre 2020, l’elettore deve far pervenire al sindaco del comune nelle cui liste è iscritto, la seguente documentazione: - una dichiarazione in cui si attesta la volontà dell’elettore di esprimere il voto presso il proprio domicilio indicando con precisione l’indirizzo completo dello stesso; - un certificato, rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’azienda sanitaria locale, in data non anteriore al 6 settembre 2020, che attesti l’esistenza delle condizioni di cui all’art. 3, comma 1, del decreto-legge n. 103/2020. Copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità in corso di validità.
La domanda e gli allegati devono essere inoltrati tra il 10 e il 15 settembre 2020.

Voto elettori italiani residenti all'estero

Per il referendum popolare confermativo, gli elettori italiani residenti all'estero votano per corrispondenza.
E' comunque salva la possibilità di votare in Italia previa apposita opzione da esercitare in ogni consultazione popolare e valida limitatamente ad essa.

In questo caso, è possibile esercitare l'opzione per il voto in Italia entro il prossimo 28 luglio 2020. L'opzione dovrà pervenire entro il termine sopra indicato all'ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell'elettore.

Elettori temporaneamente residenti all'estero
Gli elettori temporaneamente residenti all'estero possono votare per corrispondenza presentando domanda al comune come elettore temporaneamente all'estero entro il 19 agosto 2020. La domanda redatta su carta libera dovrà essere corredata di copia di un documento d'identità valido dell'elettore e contenere l'indirizzo postale estero cui inviare il plico elettorale.

Agevolazioni tariffarie per i viaggi ferroviari, via mare e autostradali

In occasione delle consultazioni referendarie ed elettorali, gli elettori che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale potranno usufruire delle agevolazioni di viaggio applicate da enti o società che gestiscono i relativi servizi di trasporto, come riepilogato nella circolare ministeriale n. 46 del 03/09/2020.

 

Documenti allegati: