Contenuto principale

Messaggio di avviso

Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere informativa cookies

Dopo accordi presi con il Comitato Intercomunale per la lotta contro la flavescenza dorata, il Settore Fitosanitario della Regione Piemonte ed i Tecnici predisposti ai controlli comunicano che il Secondo trattamento contro lo Scaphoideus titanus deve essere eseguito dal 01 agosto al 04 agosto 2019

La Flavescenza dorata della vite si previene solo se:
dopo aver trattato con l’insetticida e trascorso il tempo di rientro (almeno 48 ore) si estirpano le piante malate e si eliminano i tralci con sintomi: questo serve per togliere la fonte di fitoplasma che rende infettivo l’insetto vettore (scafoideo).

Salvaguardia degli insetti pronubi (Legge regionale 22/01/2019, n. 1)
• Sfalcio e appassimento/asportazione della vegetazione sottostante nel caso di presenza di fioriture spontanee prima di eseguire i trattamenti insetticidi.
• Devono essere evitati i trattamenti in presenza di melata da metcalfa nei mesi di luglio e agosto. Nel caso di presenza di melata, per evitare apicidi, è utile intervenire in precedenza con un trattamento con sali potassici per il lavaggio della melata.
• Evitare fenomeni di deriva (non trattare in presenza di vento).

Allegati:
Scarica questo file (MANIFESTO 2 TRATTAMENTO.pdf)MANIFESTO 2 TRATTAMENTO.pdf[ ]43 kB

Ordinanza n. 12
Farigliano, 03/07/2019
IL SINDACO
Visto:
- l'art. 54 c. 2 del D. Lgs. 267/2000, Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali;
- il D.M. n. 32442 31/05/2000, MISURE PER LA LOTTA OBBLIGATORIA CONTRO LA FLAVESCENZA DORATA DELLA VITE;
- la Direttiva UE n. 89 del 28/11/2002 del Consiglio, Modifiche alla direttiva 2000/29/CE concernente le misure di protezione contro l'introduzione nella Comunità  di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali e contro la loro diffusione nella Comunità ;
- il D. Lgs n. 214 del 19/08/2005, Attuazione della direttiva 2002/89/CE concernente le misure di protezione contro l'introduzione e la diffusione nella Comunita' di organismi nocivi ai vegetali o ai prodotti vegetali;
- il vigente Regolamento di Polizia Rurale che contiene norme più puntuali e severe in materia di lotta alla Flavescenza Dorata.
CONSIDERATI i gravi danni economici a carico dei viticoltori, e indirettamente di tutta la collettività ;

ORDINA
...omissis
Art. 3
Ai proprietari e/o possessori o conduttori, a qualunque titolo, (compresi gli hobbysti), di vigneti, di provvedere tempestivamente ai trattamenti insetticidi secondo tempi e modalita'  che verranno indicati nel corso della stagione vegetativa, con appositi bollettini, pubblicati e affissi - comunque consultabili presso il Comune o le Organizzazioni di Categoria Agricole
...omissis

FLAVESCENZA DORATA DELLA VITE TRATTAMENTI INSETTICIDI OBBLIGATORI anno 2019 contro Scaphoideus titanus

Primo trattamento per le aziende convenzionali: dal 5 LUGLIO all' 8 LUGLIO 2019

leggere le indicazioni e testo completo dell'ordinanza nell'allegato

Allegati:
Scarica questo file (2019_dd_574.pdf)2019_dd_574.pdf[D.D. 574 del 24 maggio 2019]112 kB
Scarica questo file (MANIFESTO 1 TRATTAMENTO.pdf)MANIFESTO 1 TRATTAMENTO.pdf[manifesto ordinanza]119 kB

VISTO che in passato, grazie ad una più capillare e attenta campagna di informazione, è stato possibile evitare fenomeni di avvelenamento delle api causati dall’esecuzione di trattamenti insetticidi durante la fioritura della vite; considerato che nel territorio Piemontese e nello specifico nei territori del Doglianese e del Monregalese continua ad esservi l’obbligo di effettuare la difesa fitosanitaria contro l’insetto vettore della Flavescenza dorata della vite;

  • ai sensi dell’art. 17 della L.R. n. 20 del 03/08/1998 sono vietati i trattamenti con prodotti fitosanitari (insetticidi, erbicidi e fungicidi) dannosi per le api sulle colture arboree, erbacee, ornamentali e spontanee durante il periodo di fioritura. I trattamenti sono altresì vietati se sono presenti secrezioni nettarifere extrafiorali o qualora siano in fioritura le vegetazioni sottostanti, tranne che si sia proceduto al loro sfalcio;
  • ai sensi dell’art. 28 della L.R. n. 20 del 03/08/1998 la vigilanza sul rispetto delle norme e degli obblighi di legge è demandata ai competenti uffici della Regione, ai Comuni, ai Servizi veterinari delle ASL, al Corpo forestale;
  • ai sensi dell’art. 29 della L.R. n. 20 del 03/08/1998 per la violazione delle norme e degli obblighi di legge si applicano le sanzioni amministrative previste.

SI RICORDA

ai possessori e/o conduttori a qualunque titolo di vigneti di non effettuare alcun trattamento con prodotti fitosanitari (insetticidi, erbicidi e fungicidi) dannosi per le api durante la fioritura della vite. E’ comunque appurato che per avere una buona allegazione dei grappoli è comunque poco raccomandato l’uso di atomizzatori con ventola nel periodo di fioritura. 

Si ricorda inoltre ai possessori, e/o conduttori di vigneti come pure ai rivenditori di prodotti antiparassitari di seguire sempre con la massima attenzione i comunicati che verranno pubblicati successivamente dal Comitato Intercomunale Doglianese-Monregalese. 

Una corretta difesa fitosanitaria in vigneto è in grado di garantire lo stato di salute della coltura e contemporaneamente salvaguardare le api e gli altri insetti pronubi. Anche solo un piccolo errore potrebbe causare gravi danni al settore apistico.

L’Assessorato all’agricoltura del Comune di Farigliano per garantire il rispetto del presente avviso relativo ai citati articoli n. 17, 28, 29 della L.R.  n. 20 del 3/08/98, si avvarrà della collaborazione e del supporto dei tecnici del Comitato Intercomunale Doglianese-Monregalese e della commissione agricoltura locale. 

Si chiede la collaborazione di tutti per la massima osservazione di questo comunicato.

Farigliano, lì 15 giugno 2019

Il Sindaco ivano AIRALDI